Riscoprire i sapori autentici, i prodotti a Km0 e l’avvento dell’e-commerce - Blog & News di Consulenza Aziendale
LA FABBRICA DELLE IDEE

Il Blog dedicato a tutte le aziende

La fabbrica delle idee

#lafabbricadelleidee
01giu

Riscoprire i sapori autentici, i prodotti a Km0 e l’avvento dell’e-commerce

consulenza aziendale, c&m barra, vendita online, consulenza | | Visualizzazioni (57) |Return|

Una celebre frase di Albert Einstein recita: “Nel mezzo delle difficoltà, nascono le opportunità”. Durante il lockdown, per molti settori, in particolare per quello agricolo, sono sorte delle nuove sfide di mercato da saper cogliere per accrescere il proprio business e/o diversificarlo.

La pandemia ha costretto i cittadini a cambiare radicalmente le proprie abitudini di consumo, riorganizzandone lo stile di vita e facendoli riscoprire i sapori autentici della spesa a Km zero, favorendo i piccoli produttori agricoli che hanno avuto modo di far conoscere i loro prodotti al di fuori della grande distribuzione organizzata.

Sono moltissime le eccellenze piemontesi e non solo, guidate da giovani imprenditori agricoli e imprese famigliari, che spesso ci dimentichiamo di avere sotto casa per la fretta e la “comodità” di fare la spesa al supermercato, che producono prodotti freschi e dal sapore eccezionale. Durante il lockdown abbiamo riscoperto di avere una grande fortuna sotto casa, un tessuto di imprese agricole spesso dimenticate, che ci ha permesso di avere la spesa a domicilio composta di prodotti sempre freschi e coltivati con passione, amore e dedizione alla terra.

Comprare a Km zero è una scelta responsabile, che dobbiamo continuare a fare anche ora che siamo entrati nella fase 2, dobbiamo continuare a far crescere e conoscere le imprese del territorio che hanno saputo portarci la spesa fresca a casa durante la pandemia, facendoci riscoprire i sapori autentici dei prodotti ortofrutticoli appena raccolti e ricordandoci quali sono i ritmi delle stagioni e della natura.

Inoltre, per agevolarci alcuni di loro, oltre a estendere il servizio a domicilio hanno anche implementato l’utilizzo di strategie di web marketing attraverso l’utilizzo dei social network per farci conoscere come vengono coltivati i loro prodotti e chi c’è dietro il duro lavoro che ogni giorno si svolge in campagna. Insieme all’utilizzo dei social network hanno investito in siti e-commerce ove poter comprare in un semplice click i loro prodotti.

Resilienza è la parola d’ordine, il settore ortofrutticolo non si è mai fermato durante il Covid19 ed ha sempre cercato di guardare con grande positività alla ripartenza, organizzandosi per fornire un servizio di prossimità eccellente al consumatore finale.

Di seguito vi riporto il racconto e le impressioni di Michela Romanisio, contitolare dell’Azienda Frutticola Romanisio di Piozzo, produttori da 30 anni delle Pere Nashi e delle Nocciole Piemonte IGP.

“Ciao sono Michela, giovane imprenditrice agricola, amante degli animali, della natura e del rispetto del ritmo delle stagioni, amante delle eccellenze a Km0 che la nostra terra offre. Dopo la laurea, dal 2016 gestisco insieme alla mia famiglia l’azienda frutticola Romanisio.

Coltiviamo le Nocciole Piemonte IGP, le nocciole più buone del mondo, e le Pere Nashi, delle pere insolite dalla forma tondeggiante.

Lo scoppio della pandemia a Marzo ci ha colto nel mezzo dei lavori primaverili; è proprio in questi mesi infatti che la natura e le nostre coltivazioni hanno bisogno di maggiori cure e attenzioni per garantire ai frutti uno sviluppo ottimale. Appartenendo ad un settore indispensabile, siamo rimasti aperti e abbiamo continuato a lavorare adottando le misure richieste e devo dire che l’immensa fortuna di vivere in campagna e di svolgere un lavoro immersi nel verde, ci ha fatto sentire meno pressione e senso di chiusura rispetto a chi vive in città.

Durante il lockdown la nostra attività è proseguita senza troppi “scossoni” ed abbiamo cercato di potenziare i mezzi a nostra disposizione, in particolare i servizi offerti sul nostro sito internet e la vendita dei nostri prodotti trasformati sul nostro e-commerce. È fondamentale per la nostra attività accorciare le distanze e cercare di garantire ai nostri clienti prodotti di qualità eccellente in tempi rapidi. 

L’aspetto su cui siamo stati colpiti duramente è senz’altro quello delle fiere e delle manifestazioni locali. Con la chiusura totale dei mercati, sono stati cancellati tutti gli eventi in programma, con perdite non indifferenti per la nostra attività: al momento stimiamo un decremento del 20 % del nostro fatturato e ci auguriamo vivamente che in autunno si possa ripartire.

Nonostante tutto però siamo andati avanti per la nostra strada ed a fine febbraio abbiamo piantato un nuovo frutteto di pere Nashi, di cui siamo molto orgogliosi ed abbiamo scelto di investire su un nuovo sito internet, per raccontare la nostra attività, il nostro modo di fare agricoltura e le scelte consapevoli che cerchiamo di mettere in pratica nel nostro lavoro.

Trent’anni di attività con le pere Nashi sono per noi un bellissimo traguardo che speriamo di poter festeggiare in autunno con tutti i nostri amici e clienti. Siamo felici del traguardo raggiunto e, anche grazie alla pandemia, abbiamo capito che siamo sulla strada giusta, facendo un lavoro in cui ci riconosciamo al 100% e che è in continua evoluzione.

Un’evoluzione che trova spazio anche nel mondo social network, in particolare noi utilizziamo Instagram e Facebook. È stato prezioso essere connessi e per questo meno distanti in un momento così, abbiamo cercato di mostrare a chi non poteva uscire di casa la bellezza della primavera che esplodeva nei prati e della fioritura dei nostri frutteti. Abbiamo condiviso ricette e un po’ di storia dei nostri prodotti. Per non parlare di alcune offerte che abbiamo lanciato sul nostro sito.

L’e-commerce è stato uno strumento prezioso e un canale che ci ha permesso almeno in parte di sopperire alle perdite subite per la mancanza di fiere e mercati. Abbiamo cercato di migliorarlo e potenziarlo per raggiungere anche le persone più lontane!

Anche se per noi non si può parlare di riapertura, la fase più delicata sarà l’autunno. La stagione in cui avviene la raccolta sia delle nocciole che delle pere Nashi, di cui confezioniamo manualmente i prodotti che vendiamo sul mercato. I cambiamenti che arriveranno ci troveranno pronti ad accoglierli e speriamo che tutto vada e riprenda per il meglio.

Ci auguriamo che tutta questa situazione porti nelle persone più consapevolezza e più attenzione, anche nelle loro spese. Che si scelgano con più cura i prodotti da portare in tavola, prediligendo cibi genuini e coltivati in modo consapevole e sostenibile. Che si rammentino la fatica e il lavoro che ci sono dietro alla coltivazione di quei frutti.  Crediamo che un mondo diverso e consapevole sia possibile e che questa pandemia possa essere il punto di partenza.”

Che dire non mi resta che suggerirvi di prendere spunto dalle parole di Michela e consigliarvi di visitare il suo sito internet www.aziendafrutticolaromanisio.com, seguirla su Instagram e Facebook sulla pagina Az. Frutticola Romanisio e non appena riapriranno le fiere ed i mercati di andarla a trovare di persona. Magari vi capiterà anche di incontrare papà Franco, che sarà orgoglioso di raccontarvi la sua storia. Questa è un’altra storia imprenditoriale del territorio della Provincia di Cuneo che merita di essere ascoltata e da cui si possono trarre dei grandi spunti. Il primo tra tutti è la Resilienza, guardare oltre a un evento negativo in maniera positiva, riorganizzarsi dinnanzi alle difficoltà, restando sensibili alle opportunità positive che la vita offre e portare sempre a termine i progetti intrapresi.

Related

L'adeguamento Istat nelle locazioni commerciali

Molti contratti di locazione commerciale contengono una clausola che prevede l'adeguamento del c...

Read More >
Andrà tutto bene!

Andrà tutto bene!

In questa giornata molto particolare ho avuto modo di riflettere sui progetti che ho intrapreso prim...

Read More >

Siamo online!

Un sito web in cui puoi trovare tutti i servizi che offriamo principalmente a Micro, Piccole e Medie...

Read More >
Le imprese locali e l'arte del sapersi Reinventare: il caso di due giovani artiste e il loro laboratorio floreale.

Le imprese locali e l'arte del sapersi Reinventare: il caso di due giovani artiste e il loro laboratorio floreale.

L'arte del Reinventarsi, parola d'ordine per le imprese locali, che in questo periodo di cri...

Read More >
Costi, Costi, Costi…difficile gestirli.

Costi, Costi, Costi…difficile gestirli.

Ciò che più preoccupa e spaventa gli imprenditori sono solitamente le tasse ed i costi...

Read More >
Le imprese locali verso il food delivery: l'Esperienza della colazione a domicilio del Marchesato

Le imprese locali verso il food delivery: l'Esperienza della colazione a domicilio del Marchesato

Dall’11 marzo bar, ristoranti, pizzerie, pasticcerie, gelaterie sono costrette all’inattività dovu...

Read More >

Iscriviti alla newsletter

Name

Consulting & Management Barra | Home

C&M Consulting Management Barra

di Barra Cinzia

Via Cimitero, 2 - 12024 Costigliole Saluzzo (CN)

P.IVA 03868300041

Pec: cmbarra@pcert.it - REA CN-321067


I recapiti

C&M Consulting Management Barra


Email:

info@cmbarra.com

Telefono:

+39 371 4257221



Follow Us

Resta sintonizzato con noi sui nostri canali social, ci trovi su Facebook, Instagram e Linkedin!

Seguici con #lafabbricadelleidee sul nostro Blog

Le fotografie sono soggette a copyright di Cristina Fotografie - Via Ettore Rosa, 2 - 12100 Cuneo - foto@cristinalaugero.it